Cestini di parmigiano

La preparazione dei cestini di parmigiano, appartiene ad una cena di gala svolta dai partners del mio primo lavoro, qua e là per il mondo, e di cui mi sono portata dietro come ricordo. Prestando attenzione ai sapori e odori, ho spulciato tra tanti blog amici ed ho realizzato la mia versione.

Così tra tanti viaggi in giro per il mondo l’incontro culinario mi ha dato certamente un bagaglio, del quale una parte, rimane perchè più incisiva, la stragrande maggioranza  si dimentica perchè si confonde nel caos.

La prima prova ho voluto farla sul fornello ma intendo riprovare in forno, per questa volta vi descrivo come è andata. Basterà del parmigiano grattugiato ed un padellino antiaderente e liscio.

Si fa riscaldare il padellino per pochi minuti, si distribuiscono due cucchiai di formaggio, si fa sciogliere per 2 minuti a fiamma media.

 

Poi si estrae con una paletta,

si adagia ancora tiepida,

nel fondo di un bicchiere, si

stringe con la palma della mano,

per dare una forma concava.

 

Arriva il momento di riempire i cestini ed è il momento più bello perchè quì tiriamo fuori tutti i nostri piaceri. Noi li abbiamo già provati in diversi modi.

Ecco la prima versione

INGREDIENTI

zucca gialla grigliata,

carote julienne,

aceto balsamico,

2 uova sode,

formaggio

VASTEDDA DELLA VALLE DEL BELICE D.O.P.

una patata,

un cucchiaio di maionese,

sale e pepe q.b.

Si taglia la carota a julienne, mentre nel padellino si fa grigliare la zucca a fettine che poi taglieremo a pezzetti. Si schiaccia la patata lessa con i rossi d’uovo si aggiusta di sale si mescola con maionese, e mescoliamo dentro, pezzetti di formaggio, zucca e bianco dell’uovo.

Un’altra versione dei cestini di parmigiano, conterrà questi ingredienti: radicchio, pancetta affumicata, noci, mela verde, aceto balsamico, sale e pepe q.b.

I cestini di parmigiano hanno riscosso un vero successo, e con la seconda versione, che ho sorpreso i miei mitici compagni di ultimo anno superiore, con i quali non ci incontravamo da 37 anni. Mi auguro di aver lasciato un così speciale ricordo, da portare con se per altri 37 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.