Pizza con farina di grano bio

Pizza con farina di grano bio, da farcire in svariati modi, perchè la principale protagonista sarà la farina.

“Mi chiamano l’ultimo mugnaio. È vero, siamo rimasti in pochi, ma finché ci sarà qualcuno che ama il grano, i mulini non scompariranno”.

Parola di Filippo Drago, guru siciliano dei grani antichi: quelle varietà nate e sviluppate in Sicilia e che nel corso degli anni sono andate scomparendo. Mugnaio da tre generazioni, Drago è oggi un imprenditore e proprietario dei Molini del Ponte a Castelvetrano, paesino in provincia di Trapani, ma la sua fama ha ormai superato i confini della Sicilia, tanto che le sue farine sono ricercate da Londra a New York.Farina Russello

Farina Russello

Farina bidì

Farina bidìFarina bidìFarina bidì

 

 

 

 

 

Drago subito pensò di coltivarli e convinse diversi contadini e proprietari terrieri a convertire le coltivazioni, ridando vita a varietà di grani che stavano per scomparire: “La Tumminia, il Russello, la Biancolilla, la Perciasacchi, il Bidì, la Maiorca: farine integrali perché non c’è mercato, perché ancora nessuno li conosce. Eppure sono grani integri, sani, che vanno incontro alle nuove esigenze dei consumatori al punto che è quasi superfluo definirli biologici. Ora i miei grani sono un sogno avverato, frutto di un accordo con gli agricoltori. La Tumminia è il più importante, ne parla anche Goethe: è dolce e ha un profumo di nocciole e mandorle tostate. Una farina da veri intenditori. Si semina a marzo, il chicco è piccolo e scuro, è una farina da poveri. Una volta ci si vergognava di portare questo grano al mulino.

INGREDIENTI  per la pasta

300 g. di FARINA DIGRANO RUSSELLO

300 g. di FARINA DI GRANO BIDÌ,

50 ml di olio,

100 g. di lievito madre,( 20 g. di lievito di birra )

1 g. di lievito secco,

7 g. di sale.

dsc_0004-2

Chi impasta con la pasta madre e farine di grano antico, sarà esperiente di tempistiche più lunghe, ma ciò non deve fermare, chi non adopera la pasta madre perchè può sostituire, con lievito di birra.

dsc_0001-2

Per condire le nostre pizze avremo tante idee oggi ne propongo tre, pizza con funghi coltivati freschi e pomodorini.

INGREDIENTI

30 pomodorini di pachino,

2 funghi,

 capperi con olio,

scaglie di parmigiano,

1 mozzarella,

origano,

aglio,

RAGUSANO D.O.P.

                        Questa  prima versione la preparerò condita prima di cuocerla riservandomi solo la mozzarella per ultimo.

La seconda ancora più saporita, pizza con salame sottovento e mozzarella di bufala.

INGREDIENTI

SALAME SOTTOVENTO AL PISTACCHIO,

mozzarella di bufala,

salsa di pomodoro,

olio crudo.

dsc_0007-2

 

 

 

 

 

 

Nella pizza appena descritta tutti gli ingredienti saranno aggiunti dopo la precottura della pasta.

Terza, pizza ripiena ai bordi con salsiccia e peperoni pomodorini di pachino.

dsc_0012-2

INGREDIENTI

200 g. di pomodorini di pachino,

300 g. di salsiccia,

2 peperoni cotti senza pelle,

un cucchiaio di pecorino,

1cipolla,

pepe, origano, olio crudo,

1 mozzarella.

dsc_0007

In questa ultima versione farò due tappe per condire; nella prima creo il bordo e farcisco con cipolla e salsiccia, dopo la precottura di 15 minuti aggiungo al centro peperoni cipolla pomodoro e mozzarella.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.